VERONA : UTE LEMPER AL TEATRO ROMANO. Appuntamento venerdì 21 giugno alle 21.00 per il concerto “A song cycle of love poems”, una raccolta di canzoni composte con le parole di Pablo Neruda.

Sarà forse perché è bionda, seduttiva, tedesca e piena di carisma, ma Ute Lemper ricorda innegabilmente Marlene Dietrich. Ute, come la Diva, canta in inglese, parla in francese e flirta in tedesco. Durante un concerto a Udine esordì dicendo: «Come volete che parli con voi stasera? Inglese? Francese? Scegliete, non ha importanza. Perché il viaggio che faremo assieme ci porterà lontano».
Classe 1963, Ute Lemper è una cantante e attrice tedesca. Ha partecipato a numerosi musical e ad alcuni film. In Italia ha partecipato al Festival di Sanremo nel 1991, cantando un brano in inglese di Enzo Jannacci, “Photograph”.
In un’intervista racconta: «Mi piace cantare in tedesco, è la mia lingua materna, ci trovo dentro la mia identità più vera, le parole le sento autentiche. Con l’inglese è più facile fare i furbi, i testi spesso non scendono in profondità e, in definitiva, l’inglese delle canzoni aderisce alla musica, ne è dominato. Il francese è la lingua dei sensi, una musicalità che prende tutto il corpo, oltre che la gola. Da un po’ mi sono messa a cantare in spagnolo, soprattutto le composizioni di Piazzola. Ci metto quello speciale accento che si sente solo a Buenos Aires, ed è come se ci aggiungessi il fuoco».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *