Rassegna dell’Artigianato Artistico nel Palazzo del Vignola a Todi dal 19 aprile al 1° maggio

In una regione come l’Umbria, in difficoltà come il resto del paese, per uscire dalla crisi e necessario rafforzare le eccellenze, puntare senza indugio sulle capacità innovativa dei piccoli imprenditori. Ecco che allora Todi, vetrina per anni di mostre di grande prestigio sia a livello locale che nazionale, propone una presenza di eccellenze artigiane collegate all’evolversi dei gusti e delle esigenze dei consumatori. L’artigianato da sempre gioca un ruolo importante nella verde Umbria. Per sottolineare queste eccellenze, è nata Arte, Arti Todi, una rassegna dell’artigianato artistico umbro che colpisce per i manufatti esposti, vere opere d’arte. La manifestazione, alla quale  partecipano quaranta espositori dei settori della ceramica, dell’oggettistica e del mobile, ha ricevuto il patrocinio della Regione, della provincia di Perugia e del Comune di Todi. Per testimoniare quanto l’artigianato possa dare un sostanziale contributo alla ripresa dell’economia regionale con relativa salvaguardia dei posti di lavoro, oltre al sindaco di Todi Carlo Rossini all’inaugurazione ha partecipato anche la presidente della Regione Catiuscia Marini e l’assessore alla cultura  di Todi, Andrea Caprini. Nel suo saluto il sindaco Rossini ha tenuto a ribadire: “La regione dell’Umbria e la città di Todi hanno una lunga tradizione di attività artigianale, ed il Comune è fortemente impegnato su questo versante. In questa maniera  vogliamo rafforzare il nostro impegno per sostenere un settore importante della nostra economia .” 

Arte Arti Todi, organizzata da Marte Associazione onlus, ha visto il costruttivo impegno organizzativo di Marco Tesorini, un professionista che riesce sempre a dare un grosso significato artistico anche a manifestazione tipicamente economica come quella di Todi. Alla prima edizione  partecipano  imprese ed artigiani provenienti dalle principali città umbre che vantano una spiccata tradizione artigiana : oltre a Todi infatti sono presenti artigiani di  Città di Castello, Gualdo Tadino, Deruta e Gubbio.  Per gli organizzatori, secondo le considerazioni di Francesco Tofanetti della Marte Associazione Onlus, la manifestazione rappresenta una importante occasione sia per rilanciare il settore che per rivitalizzare i centri storici in virtù del  coinvolgimento proprio delle botteghe artigiane.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *