Mostra Umberto Prencipe e la Toscana a Lucca gino al 22 Giugno

L’esposizione, a cura di Teresa Sacchi Lodispoto e Sabrina Spinazzè, dedicata alla produzione toscana dell’artista ed al suo rapporto con il paesaggio e la scena culturale della lucchesia e della Toscana nella prima metà del ‘900, vedrà esposte oltre cento opere tra dipinti, disegni e incisioni. Il percorso espositivo, suddiviso in 9 sezioni, darà ampio spazio all’aspetto topografico delle opere, mettendo in luce scorci e luoghi d’inizio secolo di Lucca, della Versilia e di altre località del territorio toscano.
Oltre a quelle donate recentemente alla Fondazione Ragghianti da Giovanna Prencipe, figlia dell’artista, saranno esposte opere provenienti da collezioni private, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, dall’Archivio Umberto Prencipe di Roma, dal Museo nazionale di Palazzo Mansi di Lucca, dalla Galleria d’arte moderna di palazzo Pitti di Firenze, dalla Galleria d’arte moderna di Roma Capitale e dalla Galleria d’arte moderna e contemporanea di Viareggio.Pittore e incisore straordinariamente produttivo, presente alle principali rassegnenazionali e internazionali, più volte premiato, Umberto Prencipe (Napoli 1879 – Roma 1962), attraversa in maniera autonoma la prima metà del Novecento con il suo linguaggio lirico e intimista, aperto a soluzioni contemporanee ma allo stesso tempo saldamente ancorato  nella cultura romantica e simbolista.

La mostra promossa e organizzata dalla Fondazione Ragghianti mette a fuoco l’intenso e fecondo rapporto tra Umberto Prencipe e la Toscana, in particolare con la città di Lucca e i suoi dintorni, legame che si instaura in diversi momenti della vita dell’artista ma si consolida soprattutto tra il 1914 e il 1921 allorchè Prencipe vive stabilmente a Lucca dove insegna incisione al locale Istituto di belle arti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *