LAPISLAZZULI magia del blu Museo degli Argenti – Palazzo Pitti e Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, “La Specola” fino all’ 11 ottobre 2015 – Tribuna di Galileo de “La Specola”. Le ‘stanze del Tesoro’ del Museo degli Argenti custodiscono una straordinaria raccolta di vasi intagliati in lapislazzuli, dalle mirabolanti forme ispirate dagli artisti del Manierismo fiorentino.

Lapislazzuli: Proprietà e Significato

 

Il suo nome è composto da due parole: lapis che deriva dal latino e significa “pietra”; Lazzulo ha un’origine latino meridionale “lazulum” che deriva da una parola, impronunciabile e assolutamente impossibile da scrivee, che a sua volta deriva da un vocabolo persiano che significa “azzurro”. Il Lapis non è propriamente un cristallo bensì una roccia composta da molteplici minerali.I  tre più importanti che lo caratterizzano : lo zolfo, al quale si deve la colorazione bluastra; la calcite, che contribuisce alla formazione delle zone biancastre e la pirite, alla quale si devono le punteggiature color oro.

 

Il Lapis è una pietra preziosa molto antica. E’ stata una delle prime pietre ad essere stata utilizzata nella creazione di gioielli e monili. Addirittura si parla di ritrovamenti in Mesopotamia che risalgono al quinto millennio a.C. In molte culture orientali il Lapis veniva considerato una pietra divina e si riteneva che rappresentasse il manto stellato degli Dei e gli si attribuivano poteri magici ed altamente curativi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *