La Francia celebra l’inventore dei giardini di Versailles

 Un anno di esposizioni a tema, spettacoli, restauri: la reggia di Versailles celebra il 400/o anniversario della nascita di Andre’ Le Notre (1613-1700), architetto e paesaggista francese, amico del re Sole, che ha contribuito alla realizzazione e all’ideazione dei giardini del palazzo, con le loro geometrie inedite, boschetti e fontane.  Cosa rimarrebbe di Luigi XIV senza Versailles e cosa sarebbe Versailles senza il suo parco? In realtà, si ignora quasi tutto della vita privata, dei pensieri, degli affetti di questo giardiniere, figlio e nipote di giardinieri, che nel corso di trentacinque anni, in quotidiana collaborazione con Re Sole.Non era stato Luigi XIV, ma il Sovrintendente delle finanze Nicolas Fouquet a scommettere per primo sul talento di Le Nôtre. Probabilmente su suggerimento del pittore Le Brun, il grande mecenate dal gusto infallibile gli aveva affidato l’incarico di creare un giardino degno del castello che si stava facendo erigere.. Era il 1656 e Le Nôtre, succeduto al padre come capo giardiniere alle Tuileries, aveva ormai superato la quarantina. Quella datagli da Fouquet era per lui la prima occasione di misurarsi con un progetto interamente suo e di uscire dalla cinta dei giardini reali dove si era svolta fino ad allora la sua attività professionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *