La donazione di Martino Zanetti presentata al Vittoriale

 

“La fortuna d’Italia è inseparabile dalle sorti della Bellezza, di cui ella è madre”. Così ha scritto più volte Gabriele d’Annunzio, anche nel romanzo Il Fuoco. Per questo il Vittoriale aumenta il suo impegno civile tanto nella conservazione della storia quanto nella crescita della bellezza.  Sabato 5 marzo, La Fondazione Il Vittoriale degli Italiani e il suo Presidente Giordano Bruno Guerri hanno presentato alcune importanti novità, alla presenza di numerose e prestigiose autorità.

La giornata è stata l’occasione per ufficializzare nella dimora del Vate la grande donazione di Martino Zanetti – titolare e Presidente di Hausbrandt Trieste 1892 S.p.A – che ha aggiunto agli archivi del Vittoriale oltre 3000 documenti originali e inediti.

Si tratta della più grande collezione italiana di documenti e lettere di Gabriele d’Annunzio che il Vittoriale abbia mai ricevuto nel corso della sua storia. Documenti autografi originali fra lettere del Vate alle sue amate, manoscritti e discorsi pubblici del periodo 1882-1883 e 1936-1938, che l’imprenditore ha ritenuto doveroso far “rivivere” nel luogo più appropriatamente deputato, l’ultima dimora del Poeta.

Il patrimonio, fino ad ora “nascosto” è stato donato al Vittoriale proprio per dare nuovi stimoli e nuove sensazioni a tutti gli appassionati, desiderosi di conoscere al meglio il maggior interprete italiano delle correnti di pensiero e delle mode letterarie europee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *