Evento itinerante, per 22 giorni tra il 9 e il 31 agosto. Spazi dedicati a giovani talenti.LA MUSICA CLASSICA IN UMBRIA CON IL FESTIVAL FEDERICO CESI MUSICA URBIS.In cartellone produzioni sinfoniche, galà lirici, esibizioni di solisti di fama internazionale

Ventidue giorni di concerti, nella provincia di Perugia, tra Bevagna, Spello e Foligno, accanto a quelli già proposti nell’anteprima tra giugno e luglio. Produzioni sinfoniche di maestri come Beethoven, Gershwin, Mozart e Brahms, galà lirici ed esibizioni di cantanti solisti di fama internazionale. C’è tutto questo nella proposta del Festival Federico Cesi Musica urbis, dedicato alla musica classica e organizzato dall’associazione culturale musicale Fabrica Harmonica, in scena dal 9 al 31 agosto. Cartellone alla sua settima edizione, divenuto fra i più apprezzati festival umbri del settore, per la qualità degli artisti e della proposta culturale, che continua a crescere rispetto alle direttrici che lo hanno caratterizzato fin dall’inizio. Divulgazione e formazione musicale per i giovani, simbiosi fra produzione concertistica e ricerca didattica da un lato; prestigio degli artisti, varietà della proposta, attenta alle tradizioni culturali ma incline alla sperimentazione, e valorizzazione del territorio dall’altro. La manifestazione è infatti itinerante e ha interessato, nella fase di anteprima, anche le città di Spoleto e Todi nel Perugino, Terni, Sangemini, Narni, Calvi dell’Umbria e Acquasparta nella seconda provincia umbra, con una tappa fuori regione a Roma.

Mentre l’anteprima è stata dedicata alla riscoperta delle produzioni del flautista ternano Giulio Briccialdi, filo conduttore di tutto il festival è il tema della donna, come musa ispiratrice, in veste di interprete, ma anche come compositrice. A questo proposito, tra le figure femminili di spicco ci sarà la direttrice d’orchestra Concetta Anastasi. Quindi gli appuntamenti. Significativo sarà quello di inaugurazione, sabato 9 agosto, alle 21.30, al teatro Torti di Bevagna con l’esibizione del pianista Bruno Canino insieme all’Orchestra internazionale di Roma diretta da Antonio Pantaneschi. L’orchestra, formata da giovani e sulla quale il festival ha puntato fortemente, lunedì 11 agosto, alle 21.30, si esibirà anche a Foligno, all’Auditorium San Domenico, eseguendo brani, tra il classico e il jazz, di Gershwin. Ad accompagnare l’ensemble strumentale ci sarà un’altra delle donne del festival Gilda Buttà al pianoforte. Per restare nel filone, da segnalare lunedì 25 agosto, alle 21.30, al teatro Torti, il concerto del soprano Emma Kirkby che si esibirà con Massimo Lonardi al liuto.

In cartellone, anche la musica sacra con la Messa di Gloria per soli, coro e orchestra di Giacomo Puccini che sarà eseguita, giovedì 28 agosto alle 21.30 alla chiesa di Sant’Andrea di Spello, dai due cori Novum Convivium Musicum e Cantoria Nova Romana accompagnati ancora dall’Orchestra internazionale di Roma. “La manifestazione – ha detto il direttore artistico del festival Annalisa Pellegrini – affianca ai grandi nomi giovani talenti provenienti da tutto il mondo riservando loro la stagione ‘Fh Giovani’ con oltre 30 concerti pomeridiani a ingresso gratuito, il Summer college, per il quale l’organizzazione ha messo a disposizione 30 borse di studio, e il Musicampus festival”. 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *