Apertura internazionale per la nuova mostra di Giuseppe Rellini sabato 1° Novembre ore 11,00 al Palazzo del Vignola di Todi.

Il Palazzo del Vignola di Todi, ospiteràla nuova mostra di URO3A, alias Giuseppe Rellini, artista tuderte eclettico e innovativo. La giornata sarà ricca di eventi internazionali.Dopo l’inaugurazione alle 17:00 conferenza di Julio Macera dall’Orso, Addetto Culturale Onorario dell’Ambasciata del Perù, uno dei massimi esperti dei Quipus e del calcolo matematico precolombiano delle civiltà dei Maya e degli Incas.

Alle 18:00 concerto a cura di Michel Barros Bessone, musicista  ed arrangiatore che vanta tra le sue collaborazioni nomi noti come: Takillakta del Perù, Germano Bonaveri, Tribù, Lucio Dalla e Silvia Balducci. Tra i sui maestri ricordiamo inoltre: Santiago Cerda, José Miguel Candela, Horacio Salinas (Inti-Illimani), Rodrigo Sigal, Jaime Soto, Germán Concha, Federico Schumacher, Roberto Parmeggiani e Michele Serra. La mostra, che resterà aperta per tutto il mese di novembre, si compone di cinque sezioni: Esposizione di Quipus Emozionali; Bastoni sciamanici e tavole geomantiche; Esposizione di otto embrioni di seitan; Ur; Foto Performances.

L’artista contemporaneo URO3A con tale progetto tenta di togliere distanza tra gli ecosistemi antropici e quelli naturali attraverso l’Arte Contemporanea, cercando di  scoprire e riscoprire la relazione che un ambiente ha nel suo complesso, nel suo essere fondamento della biosfera (landscape ecology). Nel fare tutto questo Rellini cerca di specificare un tipo di linguaggio per fattori ambientali, per elementi chimici, per intelligenze simbiotico-organiche restituendo una consapevolezza organica dell’ambiente in quanto sistema aperto e interconnesso capace di mantenere un certo equilibrio dinamico. I suoi manufatti sono una rielaborazione delle conoscenze antropiche proprie della cultura umana e di quelle  tecniche sciamaniche che sono veicolo del patrimonio immateriale umano. Ogni opera è pertanto un atto consapevole e privo di pregiudizi tra l’indigeno e la civiltà, tra nuovi e vecchi saperi, tra chi è nato prima della definizione attuale di scienza e chi è nato dopo. L’esposizione gode del patrocinio dell’Ambasciata del Perù, della Regione Umbria e del Comune di Todi. ( 2^ parte )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *