Antiquariato e cartografia satirica dell’Ottocento aprono la stagione espositiva tuderte a PALAZZO del VIGNOLA di Todi. Inaugurazione, giovedì 2 aprile alle ore 17,00 con focus di Magdi Cristiano Allam.

 

 

Saranno antiquariato e cartografia satirica dell’Ottocento ad aprire la nuova stagione di eventi culturali del palazzo del Vignola di Todi. Il 3 aprile, infatti, l’edificio del tardo Cinquecento aprirà al pubblico con due mostre: ‘La grande guerra nella cartografia satirica europea’ e ‘Veneranda antiquitas Le cose belle del passato’. Lo hanno annunciato, martedì 24 marzo all’hotel Brufani palace di Perugia, Francesco Tofanetti, presidente di Marte onlus, soggetto gestore del palazzo storico tuderte, il collezionista Giampietro  Brandozzi e l’antiquario Giuseppe Liberatore. “In questi cinque anni che con Marte onlus gestiamo lo spazio – ha detto Tofanetti – abbiamo cercato di garantire l’offerta culturale alla città. Quest’anno, in particolare, si è cercato di mettere insieme l’elemento di attualità insieme al recupero del passato. L’inaugurazione, inoltre, non sarà spazio di grandi discorsi, ma partiremo subito con il tema della satira in una conferenza affidata a un personaggio di grande spessore culturale e umano”. Sarà, infatti, il giornalista Magdi Cristiano Allam ad aprire questi due appuntamenti con un approfondimento, giovedì 2 aprile, alle 17, dal titolo ‘Satira: tra libertà d’espressione e censura violenta’.

 

Le due iniziative occuperanno gran parte degli spazi del palazzo storico. In particolare, al primo piano, fino a domenica 12 aprile, la mostra antiquaria raccoglierà le opere di circa 15 espositori che hanno aderito da Umbria e non solo. “Ci saranno pezzi importanti e antiquari che vengono dal centro Italia, soprattutto Umbria e Marche, e qualcuno dal Nord del Paese. Tutti i visitatori e i curiosi avranno la possibilità di vedere mobili di Cinquecento e Seicento, pezzi del Settecento e, anche, sculture neoclassiche”. “L’antiquariato – ha aggiunto Tofanetti – è la grande storia di Todi. Ha vissuto momenti difficili, ma andava recuperato. Ci siamo molto impegnati, insieme all’associazione Equilibrio dei sensi, e speriamo, negli anni, di poter ampliare sempre più gli spazi dell’esposizione”. Il secondo piano del palazzo del Vignola, invece, fino domenica 19 aprile, accoglierà la collezione di illustrazioni storiche della satira politica europea, in particolare quelle relative al primo conflitto mondiale, di  Giampietro Brandozzi. Saranno in esposizione, in particolare, 40 delle oltre 200 tavole raccolte dal collezionista ascolano che hanno fatto il giro dell’Italia e del mondo, da palazzo Chigi in occasione del centenario della guerra mondiale a Trento alla caserma dei bersaglieri di Trento, dalle prefetture di Trieste, Cosenza e L’Aquila al parlamento europeo di Bruxelles fino all’estero, con tappe negli istituti di cultura di Montreal in Canada e Città del Messico. “La satira nell’Ottocento aveva una grande funzione perché la maggior parte delle persone non sapeva leggere l’editoriale – ha spiegato Brandozzi -. Insegnava, cioè, attraverso le vignette, quali erano i buoni e cattivi e quale fosse la situazione politica dei vari stati in Europa. È colta, di grande spessore e raffinatezza, ma soprattutto mai offensiva, ‘pepata’ ma non offensiva. Restava in ogni caso e primariamente uno strumento per approfondire e capire le tensioni politiche”.

 

L’appuntamento, dunque, è giovedì 2 aprile con l’evento di inaugurazione.

 

Informazioni: www.palazzovignola.com, info@palazzovignola.com, 075.8945436

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *