All’Ombra del Colosseo : Domenica 21 giugno, alle 21.45 sale sul palco Antonio Covatta in occasione della Festa Europea della Musica

 

Un grande show a ingresso gratuito che rivisita, in chiave ironica, un’ipotetica e bizzarra carriera artistica costellata di insuccessi nel campo del teatro, del cinema, della televisione, e anche della musica leggera (l’autore-attore propone una serie di successi da hit-parade, scritti da lui, a suo dire, prima dei veri autori).

Partendo da questo presupposto, Antonio Covatta ha la possibilità di deridere il mondo dei media e della cultura, ivi compresa la cronaca nera, alla quale dedica alcune gustose parodie. Anche il mondo della pubblicità viene messo alla berlina grazie a divertenti performance recitate e cantate con l’accompagnamento della chitarra, fino ad arrivare alla trasposizione in musica, a gentile richiesta del pubblico, di tutti i classici della letteratura.

Esordisce nel Cabaret al club “Instabile” di Genova nell’82, ma, nell’86, conseguita una laurea in scienze politiche dietro minacce fisiche dei genitori, decide di trasferirsi nella Capitale, dove impara a conoscere frasi tipo “Il dottore è fuori stanza”, “Le faremo sapere” o “Ce penso io”. Partecipa a una “modica quantità” di show televisivi e scorrazza per la penisola con il suo show “Il giro del mondo in Covatta giorni”.  La fiction e il cinema lo scoprono quando un giorno, credendo di fare il provino per un cinepanettone, esterna tutta la sua rabbia e trasforma una scena pecoreccia in drammatica, guadagnandosi un ruolo da cattivo in una soap opera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *