Thun: alla Reggia di Caserta è già stato Natale con la collezione in anteprima

 La Collezione di Natale di Thun alla Reggia di      Caserta

La Collezione di Natale di Thun, la visita guidata della Reggia di Caserta, doni e il rinfresco. I fortunati 5 mila soci del Club, invitati per i 20 anni e per scoprire la collezione natalizia, hanno passato una giornata all’insegna delle novità e delle coccole. Thun ha voluto fare le cose in grande, per l’occasione. Dall’Umbria, sono arrivati in centinaia anche perché in Regione sono ben 2 mila gli iscritti al club e più di 20 i punti vendita tra le provincie di Terni e di Perugia (tre hanno aperto negli ultimi tre anni). Presenti i massimi esponenti dell’azienda, dal presidente Peter Thun all’amministratore delegato Paolo Denti.

 

La giornata non ha dimenticato la solidarietà, offerta dalla Fondazione Lene Thun, tramite la quale l’azienda sostiene attività di ceramico-terapia ricreativa in oltre 20 strutture ospedaliere. In particolare nei reparti di oncoematologia pediatrica. Si svolgono laboratori una volta alla settimana e vengono coordinati da volontari e ceramisti della Fondazione. Assolutamente gratuiti, naturalmente.

 

Tornando alla collezione di Natale, la proposta ‘see now, buy now’ ha permesso di mettere subito a disposizione commercialmente ciò che è stato visto alla Reggia, ‘invasa’ da colori e immagini, collezioni illustrate e installazioni visive che hanno ricreato l’atmosfera del Natale. All’inizio, Thun ha voluto ricambiare l’ospitalità del luogo, regalando il restauro di 5 figure del presepe borbonico. Successivamente, dopo i saluti di rito, i 5 mila soci hanno potuto fare festa al Club, che ha compiuto 20 anni. Ringraziamenti sono stati riservati a rivenditori e imprenditori, a dipendenti e collaboratori che sono arrivati non solo da Bolzano, ma pure dalle sedi di Milano e Mantova. Presenti poi 300 volontari della Fondazione Lene Thun Onlus, a Napoli per la prima Convention nazionale volontari e ceramisti.

 

Chi sabato 20 ottobre era alla Reggia, ha potuto anche godere della visita guidata, a partire dal Cannocchiale, trasformato in white carpet, illuminato e decorato con le più belle icone del Natale. Poi ecco gli enormi giardini con le fontane, come quella di Diana e Atteone, e le stanze del Palazzo fino agli Appartamenti Reali. Il clou in serata con Paolo Denti che è stato accompagnato da Fabio Tavelli, giornalista e narratore, in una emozionante sequenza di parole, suoni e immagini per gli oltre 60 anni del marchio, famoso per gli angeli in ceramica, oggi punto di riferimento per il design di qualità della casa e per i regali d’eccellenza. Sul palco, insieme a Peter Thun, il figlio Simon, business development director del gruppo.

 

Per chiudere in bellezza, un gigantesco videomapping – a oggi il più grande mai presentato – di suggestioni e colori ha illuminato la facciata della Reggia con un’imponente scenografia che l’ha prima trasformata in un calendario dell’avvento, quindi in una giostra con tutti gli amici del Natale di Thun, a cominciare dall’Orso Polare, per questo 2018 l’icona natalizia dell’azienda. Il rinfresco e il regalo del libro della Contessa Lene Thun – eccezionale testimonianza della storia dell’azienda – hanno permesso agli ospiti di andare via con suggestioni nel cuore e negli occhi e un dono tutto da sfogliare tra le mani.

 

Lene Thun, la Fondazione: anche per questa un regalo. Un percorso di terapia ricreativa attraverso la manipolazione dell’argilla. Oggi, sono 38 i laboratori attivi offerti gratuitamente agli ospedali italiani: qui si contano 450 volontari che si impegnano ad alleviare la degenza di 12 mila piccoli malati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *